venerdì 27 maggio 2011

beauty of the month: ALEXA CHUNG

Questa rubrica denota sicuramente una buona dose di masochismo, ma non posso farci niente: sono una supporter della bellezza femminile; per quanto doloroso, umiliante e dannoso per l'autostima possa essere osservare queste creature aliene, non posso fare a meno di scrutarne le foto sulle riviste, trarne ispirazione e compiacermi dell'esistenza di modelli femminili giovani che nulla hanno a che vedere con la volgarità fornita dal panorama televisivo italiano. Ma torniamo a noi, anzi, a lei.




Inglesissima, anche se di origine asiatiche (il padre è cinese), classe 1983, cresce nell'Hampshire, per poi trasferirsi a Londra, dove studia al King's College e inizia la sua carriera di modella. Evidentemente non è solo una ragazza bellissima, ma anche spigliata e capace, tanto che si incammina subito per la strada televisiva, conducendo un programma musicale su Channel 4. Immediatamente bollata come icona dalle ragazze inglesi, conquista anche l'America, dove nel 2009 viene chiamata a condurre "It's On with Alexa Chung", un talk show di Mtv. Tra un festival di Glastonbury e un concerto del fidanzato Alex Turner (lead singer degli Arctic Monkeys), un'apparizione televisiva qua e là, crea una linea di abiti per il brand americano Madewell e compare come testimonial in varie campagne pubblicitarie, tra cui, una delle ultime, per la nostra italiana Superga.










Emma Hill, direttore creativo di Mulberry, intitola con il suo nome una bellissima borsa a cartella, ormai diventata culto, tanto da aver incrementato del 79% le vendite del brand; Anna Wintour la definisce un "fenomeno", Karl Lagerfeld la ritiene il simbolo della donna moderna e il New York Times  l'ha recentemente onorata come "Kate Moss delle nuove generazioni". Ha uno stile androgino, unisex, ama skinny jeans e leggere camicie con il collo stondato alla Peter Pan; predilige scarpe basse, ballerine, mocassini e duilio maschili. Tutto in lei decanta la semplicità dello stile inglese: capelli sempre un po' arruffati, pochissimo trucco, accessori azzeccati e molto cool. 




E il look? Su questo argomento, vi voglio avvertire, c'è proprio da rosicare! Kay Montano, famosissima make up artist, nonchè quella personale di Alexa e di molte altre celebrities, ha rivelato ad InStyle magazine  i segreti del suo make up anni '60, ormai un suo marchio di fabbrica. A quanto pare la Chung ha una pelle perfetta e non ha praticamente bisogno di alcuna base. L'elemento chiave del suo look è l'eyeliner nero, che termina con il classico "flick" da diva. 






"La chiave per il flick di Alexa" svela la Montano "sta nel disegnare con l'eyeliner una riga il più possibile vicina alle ciglia, poi puntare la parte finale verso la punta delle orecchie. L'eyeliner deve essere di un nero molto intenso e va applicato molto sottilmente". Alexa ha affermato che questo è diventato il suo "signature look" solo per caso, semplicemente perchè, oltre a piacerle, è l'unico in grado di riprodurre da sola. Il suo stile sempre fresco e perfetto, non scade mai nel troppo sexy o nell'eccessivo. Non avendo alcun problema di pelle (che spero curi in qualche modo, altrimenti domani, come minimo, si romperà una gamba per le cattiverie lanciate dalle comuni mortali rose dall'invidia!) il massimo che le resta da fare è mettere un po' di blush sulle guance e rendere gli occhi più intensi con una mano pesante di mascara. 



Quali prodotti potremmo usare per riprodurre questo look, a mio parere ideale per l'estate? 

Prima di tutto suggerirei Eyestudio Lasting Drama Gel Liner di MAYBELLINE, una scoperta recente che mi ha stupito; oltre ad essere nerissimo e sorprendentemente facile da stendere, viene venduto con un pennellino davvero funzionale e non ha assolutamente nulla da invidiare ad eyeliner più costosi. Per accentuare lo sguardo ci sono molti mascara validi, ma il mio preferito, quello a cui torno sempre, è il Diorshow Blackout, ha un colore così intenso e un effetto così bello sulle ciglia che credo vada inserito nella categoria investimenti! Osservando le foto di Alexa Chung ho notato che raramente usa prodotti shimmer o dorati sulle gote, ma sembra preferire colori matte sul pesca, albicocca: trovo perfetto il blush Gina di NARS, una specie di mandarino leggero (è in wishlist da parecchio, devo solo superare il fatto che costi 30 euro! Altro investimento?). 






Proprio perchè sul viso non ha nient'altro, lo stenderei con un piccolo kabuki, come quello di Neve MakeUp, portandolo fino alle tempie, per illuminare e dare tridimensionalità. Infine sulle labbra la scelta è molto minimale, Kay Montano ha, infatti, confessato che Alexa "difficilmente indossa rossetto o lipgloss", quindi i miei suggerimenti si riducono al must-have di ogni londinese che si rispetti: l'appiccicosa lattina di lip balm VASELINE, da tirar fuori durante una corsa in metro per impiastricciarsi e smuovere un po' di batteri (che alla fine fanno bene, ci fanno venire gli anticorpi!!). Per imitare, invece, il look da "rosa di Inghilterra" con le labbra delicatamente colorate, è perfetto il rossetto Dior Addict colore Baby Rose, leggero ed evanescente, decisamente chic.

Vi piace questo tipo di look? O preferite comunque qualcosa di più incisivo?


6 commenti:

Vintage Makeup ha detto...

I like the look! Your blog is fab :)

Borderless*Beauty ha detto...

Thank you so much!! I should probably start writing the english version, but I'm too lazy! ;)

Chiara Glycine ha detto...

Guarda come make up mi piace molto, soprattutto a lei sta molto bene. Io ogni tanto uso un tipo di makeup così, ma devo ammettere che di solito mi piace qualcosa di più incisivo come dici tu. E poi non potrei rinunciare a qualcosa sulle labbra, fosse solo un gloss! =D

Make-up Pleasure ha detto...

Il look è davvero carino, mi piacciono le cose semplici ;-)
Comunque molto carino il tuo blog! sono appena diventata tua folower e da oggi ti seguirò volentieri! Ho anch'io un piccolo blog, mi fa piacere se passi a trovarmi ^_^
http://makeuppleasure.blogspot.com/

Borderless*Beauty ha detto...

@Chiara Glycine
io penso sia un look elegante e portabile dalla mattina alla sera, e soprattutto che non stanca. Però sono d'accordo sulle labbra: è troppo bello giocare con i colori dei rossetti!!

@Make-up Pleasure
grazie per i complimenti!

Anonimo ha detto...

[p]Passes th SSS Bass test at 10HZ great mids, trebles, nd bass . cheap beats by [url=http://www.solobeatsbydre.co.uk]cheap beats by dre[/url] dre . Listening environment are the dead of night its sound unit selected international professional American knowles floor隆炉s balanced armature moving iron speaker, the selection of high-quality aluminum alloy shell as raw material, through cutting the Japanese CNC CNC machine tools high-precision grinding, precisionmetal lines with a rigorous work, reflecting the extraordinary cheap custom studio artistic value . It can be you are every money using that compose that considering financial situation to buy any piece of plots to stroke the part of landbests from dre single harley-davidson headphones, There are some states, bolted the door behind him, And they all pretty much look the same and say the same thing: logo,beats by dre uk, you have to know what moves the [url=http://www.solobeatsbydre.co.uk]cheap beats by dre earphones[/url] market . The trouble is, it隆炉s [url=http://www.solobeatsbydre.co.uk]beats by dre earphones[/url] not necessarily the most honest mix . Monster [url=http://www.solobeatsbydre.co.uk]cheap solo beats by dre [/url] Studio Pink Beats by Dr . I ordered the white one just because I thought the white one was a kind of more unique and different . These products of real [url=http://www.solobeatsbydre.co.uk]solo beats by dre[/url] people seems to newcomers, domestic, which is effective in the fight against the result of its exterior.[/p]