martedì 17 maggio 2011

--> NUOVA OSSESSIONE <--

Probabilmente alcune di voi sono informatissime a riguardo, altre hanno già testato, catalogato e accantonato questi prodotti, altre ancora, come me, li hanno appena scoperti e iniziano a sentire la febbre che ogni novità riesce a scatenare. Di cosa sto parlando? Di un mondo beauty letteralmente parallelo al nostro, i prodotti di bellezza asiatici!! Ovviamente siamo tutte a conoscenza della cospicua presenza di marchi asiatici, principalmente giapponesi, nelle nostre profumerie, tutti brand di livello alto, appartenenti alla categoria dei cosmetici di lusso: Shiseido, Kanebo, SK-II, Paul&Joe (quest'ultimo ancora non disponibile in Italia, ma ampiamente reperibile online). Quello che, però, ignoravo è la quantità di case cosmetiche presenti in Estremo Oriente, in Giappone, ma anche in Korea e Cina, la varietà di prodotti proposti da ognuna di queste case e, più di tutto, la bellezza di questi cosmetici, i packaging deliranti e i prezzi, nella maggior parte dei casi, abbastanza contenuti.








Sulla stupefacente bellezza di molte donne asiatiche c'è poco da discutere, ma ingenuamente pensavo che nel continente della tradizione spirituale non ci fosse spazio per quella consumistica attenzione che accomuna i paesi dell'Ovest del mondo. Ovviamente mi sbagliavo. Facendo qualche ricerca e documentandomi un po' mi sono accorta che è la cura della pelle, molto più del trucco, la grande ossessione di queste ragazze: creme idratanti, sieri, maschere e trattamenti specifici sono ovunque, e, la maggior parte (almeno tra quelli proposti da siti in cui anche noi possiamo acquistare) sono dedicati a uniformare l'incarnato, a combattere impurità e imperfezioni e ad ottenere un viso da bambola di ceramica, bianco e perfetto.






Grazie a YouTube, ai blog, alle riviste di moda, soprattutto inglesi e statunitensi, molti di questi prodotti stanno diventando famosi anche per noi, ed hanno scatenato un interesse sempre maggiore negli addetti ai lavori, stylist e beauty editor, che tra un servizio fotografico e l'altro si sussurrano qualche nuovo segreto proveniente dal Sol Levante. Il caso più eclatante è quello della BB Cream, una crema idratante multi funzione, che unisce anche primer e fondotinta, e dovrebbe migliorare l'aspetto della pelle, rendendola più uniforme ed elastica.



E' un prodotto nato in Germania, utilizzato dalle donne da poco sottopostesi a chirurgia estetica, come microdermoabrasione o lifting, per rendere meno visibili le cicatrici e i segni dell'intervento, e accelerare il recupero dell'epidermide. Nonostante l'origine europea, la grande diffusione di questo apparente liquido miracoloso, si è avuta in Corea, dopo che attrici famose hanno iniziato ad usarlo, causando una vera e propria mania emulativa tra le loro fan. Il fenomeno ha subito contaminato le modelle asiatiche, che portando le loro colorate e seducenti confezioni di BB cream nei backstage delle sfilate, hanno scatenato l'interesse di colleghe e make up artist, rendendo questo prodotto universalmente popolare. Per quanto ho potuto constatare non esiste un marchio di skincare asiatico che non proponga una sua versione di questa crema, e la crema stessa si presenta in una quantità infinita di varianti, che rendono difficile orientarsi e fare una scelta consapevole. E' innegabile che si tratti di qualcosa di estremamente interessante, gli ingredienti sembrano per la maggior parte di origine naturale (semi di girasole, riso, thè verde, estratto di mandarino e sostanze ricavate dall'uva) e sono combinati con l'uso di avanzate tecnologie, cercando proprio un equilibrio tra scienza e natura. 







Ma questa novità non è la sola a far venire l'acquolina in bocca alle beauty addict, c'è ben altro di cui preoccuparsi! Shiseido ha una quindicina di diverse linee, tra skincare, cosmetici e haircare, tra cui spicca senza dubbio Majolica Majorca, dedicata alle ragazze più giovani, con confezioni allucinanti (come blush in lattina art decò), colori pastello e prezzi contenuti; Kanebo si presenta, tra gli altri, con Coffret D'Or, una linea completa, dai fondotinta compatti ai mascara super allunganti. Per non parlare di Anna Sui, i cui prodotti sono da svenimento, per le colorazioni e per i packaging che sembrano opere d'arte; e di Jill Stuart: penso sia sufficiente guardare la campagna qui sopra per provare una dolorosa fitta al cuore. 

E vi giuro che questa è solo la punta dell'iceberg. Ho passato una settimana a spulciare tra i vari siti che vendono prodotti asiatici e ancora non so decidermi su cosa vorrei provare per prima! Voi cosa suggerite? Qualcuna ha già provato questi prodotti? Con quali risultati?

E qualcuna, guardando queste immagini, riuscirà a dormire serena? Io sicuramente penserò ai vasti territori cosmetici ancora da colonizzare.
(non ringrazierò mai abbastanza la globalizzazione).


7 commenti:

Chiara Glycine ha detto...

Che bel post, mi hai davvero incurosita. Devo dire che non sono molto informata su queste case cosmetiche orientali, però mi è già capitato di vedere nel web dei prodotti Anna Sui e ammetto che anche mi avevano davvero colpita (leggasi ho dovuto mettere la carta di credito sottochiave =P ) soprattutto pe ri packaging pazzeschi. Ammetto che se fossero appena appena più reperibili mi ci fionderei sopra, mi iace provare cose nuove! =)

NonSoloMakeUp! ha detto...

molto interessante questo aspetto!sarebbe bello provare qualche prodotto!

Borderless*Beauty ha detto...

In effetti, come dice Chiara, la reperibilità non è il massimo, anche se ci sono vari siti molto forniti e che spediscono in tutto il mondo. I grandi quesiti sono: 1)arriverà la merce? 2)dopo quanto? 3)dovrò pagare la dogana? Considerando che i prezzi sono in dollari e che in questo momento l'euro sta messo parecchio bene con il cambio penso che proverò qualcosina, giusto per togliermi la curiosità ;) (e magari si scopre che alla fine sono un vero affare!!)

Cipria ha detto...

fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore-fitta-al-cuore!!!!!!!!!!

Ora ho un sacco di cose in più da desiderare con tutti il mio palpitante cuoricino ^^ (appena si riprenderà dalla consapevolezza - dolorosa - del cartellone di anna Sui)


Bel post, interessantissimo, grazie! :)

Alessandra ha detto...

questi post sono un attentato al mio portafogli :P ho sempre provato un'invidia folle per la pelle di porcellana delle donne asiatiche e la cultura orientale mi affascina da sempre, il problema della reperibilità credo che pian piano si possa risolvere, sono sempre più le case cosmetiche che spediscono nel mondo, uno dei lati positivi della globalizzazione? non saprei! ad ogni modo se trovi qualche link interessante faccelo presente!

p.s. ti seguo, sono curiosa di nuovi aggiornamenti ♥

La Bisbetica ha detto...

Seguivo un blog asiatico qualche anno fa, i cosmetici giapponesi e coreani sono deliziosi e sembrano anche di ottima qualità. Anche le creme mi incuriosiscono. E poi c'è Lindsey nella pubblicità!!!
Io non mi fido a comprare fuori dall'UE causa dogana. Su asos c'è RMK ma i prezzi sono alti e le confezioni non tanto carucce.

Anonimo ha detto...

adesso si trova anche in Italia quindi senza dogana e attese
io l'ho comperata su ebay ho la Missha e mi piace molto.